IHVH – "Io sono il Dio di tuo padre, il Dio di Abramo, il Dio di Isacco, il Dio di Giacobbe"
Mosè – "Uh, qualcuno ha acceso la TV su Porta A Porta?"
I- "Ho osservato la miseria del mio popolo in Egitto e ho udito il suo grido a causa dei suoi sorveglianti; conosco infatti le sue sofferenze. Sono sceso per liberarlo dalla mano dell’Egitto e per farlo uscire da questo paese verso un paese bello e spazioso, verso un paese dove scorre latte e miele, verso il luogo dove si trovano il Cananeo, l’Hittita, l’Amorreo, il Perizzita, l’Eveo, il Gebuseo"
M- "Chi?!"
I- "Senti, qua si sta scrivendo il Testo Sacro del monoteismo, ti pare che potevo dirti che ci avresti trovato due tizi di Catanzaro e un Giapponese?"
M -"In effetti, grande è la Tua saggezza, o Signore!"
I- "Vabbè, evidentemente tra i caprai del deserto non ho rivali nel marketing, non che la cosa mi stupisca, anche perché, essendo onniscente…comunque…Ora và! Io ti mando dal faraone. Fà uscire dall’Egitto il mio popolo, gli Israeliti!"
M- "Chi sono io per andare dal faraone e per far uscire dall’Egitto gli Israeliti?"
I- "Io sarò con te. Eccoti il segno che io ti ho mandato: quando tu avrai fatto uscire il popolo dall’Egitto, servirete Dio su questo monte…del resto un posto di Forestale non si nega a nessuno"
M- "Ecco io arrivo dagli Israeliti e dico loro: Il Dio dei vostri padri mi ha mandato a voi. Ma mi diranno: Come si chiama? E io che cosa risponderò loro?"
I- "Io sono colui che sono!"
M- "Ma pure io, o Signore!"
I- "Che fai, cominci da subito a sfrangermi con le dispute teologiche? Dirai agli Israeliti: Il Signore, il Dio dei vostri padri, il Dio di Abramo, il Dio di Isacco, il Dio di Giacobbe mi ha mandato a voi. Questo è il mio nome per sempre; questo è il titolo con cui sarò ricordato di generazione in generazione."
M- "Così imparo a non starmi zitto…ehm…una cosetta più semplice?"
I- "Mosè, vediamo di capirci, ti ricordo che il tuo apparato genitale l’ho fatto io e come l’ho messo lì, posso pure toglierlo…"
M- "Sia fatta la tua volontà nei secoli dei secoli, o Signore!"
I- "Ambè, mi pareva! Senti, adesso ti dovrei fare un discorso lunghissimo sugli Egizi, i prodigi le piaghe, ecc.,ma sono di fretta, ché devo far esplodere Santorini e sono già in ritardo, per il verbale pensaci tu. Però ricordati che ci dobbiamo vedere sul Monte Sinai, ti devo consegnare le Divine Prescrizioni…voglio proprio vedere come ve la cavate col divieto di mangiare carne di Opossum!"
M- "Carne di che cosa?!"
I- "Eh eh eh, appunto…ho scommesso con Mio Figlio che vi inventerete qualche cretinata che non c’entra nulla. Ah già, questa su Mio Figlio non l’hai sentita, mi raccomando, ché le persecuzioni religiose non le ho previste ancora per un paio di migliaia di anni"
M- "Come tu vuoi, o Signore"
I- "Ciao"

Annunci

3 risposte a “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...