Rutelli e Binetti: "Se nel PD vince Marino, ce ne andremo"…

…inaspettatamente, credo di avere un candidato preferito…

Annunci

38 risposte a “

  1. ovunque vadano, sarà comunque un posto migliore RISPETTO A dove li avremmo mandati noi di nostra sponte

    (il caldo favorisce i refusi)

    spider

  2. L’unico dbbio (ma grosso) che ho su Bersani è il fatto che dietro di lui ci sia D’Alema. Non fosse per questo, apprezzerei molto il personaggio (come già feci in passato in tempi non sospetti).

  3. Spid, quali dubbi?
    Primo, l’inquietante presenza di D’Alema.
    Secondo, il fatto che fare pagare le tasse ai professionisti è cosa buona e giusta, ma c’è modo e modo, e comunque il punto di partenza secondo cui un professionista è un evasore non è sano.
    Terzo, si muove in un’area troppo vicina alle coop
    Quarto, le liberalizzazioni a metà, e malfatte. E bada che non sono contrario, solo ritengo che ci sia modo e modo, e il modo scelto è stato sbagliato, e ha creato più problemi che altro.
    Qinto, era molto meglio, con tutti i suoi limiti, il pri-pli. Non dimentichiamo che certe battaglie, e certe visioni economiche he adesso propugnano esponenti del piddì, il pri e il pli, le facevano negli anni ’70.

  4. D’ Alema puo’ piacere o meno, ma è l’unico che in questo momento sta facendo due cose fondamentali

    1 Tentativo di creare una forza socialdemocratica e laica a sinistra

    2 Dicendo a gran voce che il PD deve fare una proposta politica e non perdere tempo a cercare un faccione da contrapporre a quell’altro faccione o a disperdersi in inezie mediatiche tipo la Serracchiani

    Far pgare le tasse ai liberi professionisti in quel modo, era l’unico possibilità in un paese di evasori fiscali inverecondi. Parallelamente quel governo ha creato la figura del contribuente minimo, non sottoposto agli studi di settore. Quindi non si puo’ affermare che il decreto Bersani danneggiasse chi guadagnava poco

    Sulla modalità con la quale sono state introdotte le liberalizzazioni possiamo anche discutere. Sta di fatto che (alla faccia dell’ex comunista) è stato l’unico a introdurle. Se poi per forza per fare qualsiasi cosa di realmente nuovo e positivo, si deve stare ad ascoltare in questo paese lobby, lobbyne, confederazioni di arti e mestieri,parassiti farabutti, mascalzoni con la licenza, comitati di quartiere, hobbysti della figa e non, allora diciamo che ci va bene di pagare 40 e rotti euro per fare 20 metri in taxi e 250 euro per il flacone di vaselina comprato in farmacia come prodotto da banco da offrire al farmacista stesso per farne l’uso che lui sa

    spider

  5. 250 Euri?! Spid, ma checcacchio di vaselina usi col tuo farmacista?!

    Su D’Alema e l’intero nuovo-vecchio Piddì più che stendere un velo pietoso bisognerebbe stendere un metro di cemento.
    Sulla “riforma” Bersani, prima pagavo; poi pagavo. Devo iscrivermi tra gli “hobbysti della figa e non” magari risparmio.

    Rivorrei anch’io i Liberali. Non contavano niente ma ti facevano sperare. Ora manco quello.

  6. siamo in due che ci abbiamo un preferito. ma proprio col sorriso a tanti denti, pure.

    io la binetti la vorrei vedere schiacciata da un meteorite.

    o disintengrarsi per autocombustione.

    rutelli è troppo idiota perchè io me ne curi.

  7. la vaselina di suo costerebbe 50 centesimi al quintale. ma essendo “prodotto da banco” nel quale ci vuole il “simpatico e competente consiglio del tuo amico farmacista” arriva a costare, come quasi tutti i farmaci, quanto l’eroina in piazza. E difatti si proposero le parafarmacie con tanto di levata di scudi da parte dell’ennesima categoria del cazzo adusa tra l’altro a evadere il fisco

    Possiamo pure stendere il velo pietoso, ma di meglio non c’è.

    Poi personalmente mi piacerebbe che i cattolici dal pd levino le tende, ma questa è un’altra faccenda

    (io rimpiango il PCI, fa un po’ te…)

    spider

  8. Io soo a favore di Bersani per le coe che ha fatto e per l’idea di ricostruire un partito forte e strutturato sul territorio, per poter dire “sinistra”, senza che smebri una parolaccia.
    Però devo dire che sinora ‘unico che ha affrontato il concetto di laicità seriamente è stato Marino. Ha fatto un’usicta un po’ ingenua sul caso del violentatore, ma in generale ha ragione sul porre al centro la laicità e la questionemorale. Peraltro, se cercate su youtube il discorso di candidatura, dice cose che a me paiono molto giuste.

  9. Cacchio, ma perché non candidiamo Spid? Lo voterei persino io che son (ormai quasi) di destra. Almeno lui ha le idee chiare.

    oddio, che ho detto? Vado a lavarmi i pensieri con la pasta lavamani, vah.

  10. A me Marino piace, e, permetti, secondo me la battuta sul violentatore seriale non è stata uno scivolone, ma è del tutto condivisibile. Ora come ora il Pd è messo un po’ male, ma non val bene accettare tutti, purchessìa; bisognerà pur cominciare a fare una selezione (e se non escludiamo neppure i delinquenti, non si va da nessuna parte).
    D’Alema mi sta sulle palle da decenni (in particolare non gli perdono la battuta sul suo calzolaio di fiducia che gli faceva le scarpe su misura a 1.300.000 Lire, che era ben più dello stipendio medio dell’operaio che il Massimino voleva rappresentare; e la Bicamerale, ce la siamo dimenticata?). No, mi spiace, ma io D’Alema non lo voterò mai.
    Bye

  11. Ha fatto un’usicta un po’ ingenua sul caso del violentatore

    Uscita ingenua?

    Il PD potrebbe avere il sottotitolo

    “Questa sera si recita a soggetto”

    Un cazzo di partito dove tutti devono comunicare il loro stato d’animo, il loro distinguo, la loro personalissima visione del mondo dall’esistenza di un’ente supremo alla nuance da dare nella tinteggiatura delle pareti delle sedi provinciali

    Ma che cazzo!
    Un partito serio fa un congresso vota delle mozioni e sposa una linea
    E la linea è quella Non siamo in pizzeria dove al cameriere puoi dire: “Nella capricciosa al posto dei carciofini sottolio mi puo’ mettere la rucola?”
    Quella di Bianchini è stata una solenne cagata che poteva anche risparmiarsi visto che la stampa di destra non vedeva l’ora di dire quello che in anticipo ha detto lui

    Ora, a parte che la fedina penale di Bianchini era pulita, qui stiamo parlando di un rappresentante di una delle migliaia di sedi del pd sul territorio. Che facciamo controlliamo l’ “onorabilità” di tutti gli iscritti compresi quelli della sede di Decimomannu in Sardegna? Quand’anche fosse, una cosa del genere è paragonabile al candidare un presidente inquisito?

    E poi a dirla tutta la questione è un’ altra

    Quelli della ex Margherita devono accettare il fatto di essere UNA MINORANZA rispetto agli ex DS. Sono organici al partito, naturalmente, ma non possono ricattare tutto lo schieramento in funzione del fatto che con la loro patente da cattolici rendono il PD una merce elettorale di maggior pregio in Italia. Fino adesso il PD sembra un’annessione dei DS da parte della Margherita e questo è paradossale considerando i numeri in gioco prima della costituzione del partito.

    E sebbene possa disgustarci, l’unico che possa riportare il PD a sinistra è il duo D’Alema Bersani
    Se la cosa dispiace si puo’ votare altro, esattamente quello che faro’ io se vincerà franceschini

    spider

    (è già tanto se faccio il mio mestiere di M…, figurarsi se mi candido. Non temete)

  12. …e poi

    ricordate il tormentone:
    “D’Alema dicci qualcosa di sinistra”

    adesso si dovrebbe dire
    “Pd dicci qualcosa”, perchè a parte il fatto di essere contro Berlusconi (e ci mancherebbe) io la linea del PD non l’ho mica capita

    Non vorrei che poi uscisse una Treccani di programma con dentro tutto e il contrario di tutto. Mi basterebbero 3 o 4 punti chiari che io sinora non ho visto

    Per esempio cosa pensa di fare il PD per il precariato?
    Per la politica dei redditi?
    Per le infrastrutture?

    Non si sa un cazzo

    Abbiamo visto solo la serracchiani che come nello spot della Perugina di qualche anno fa dava i Baci perugina ai dirigenti

    “Franceschini, 3 baci, D’alema è stato “cativo” niente baci. E io? Io sono taaaaaanto buona. 5 Baci”…

    (la tristezza tracima ma grazie a dio si mischia alla mia feroce incazzatura in questo paese che necessita di essere sverminato…)

    spider

  13. amici miei, se avete un paio d’ore libere andate a vedere la mostra di Forattini (Pal. Reale, Milano). E’ gratis, è ben didascalizzata e… ho riso di gusto per non piangere (che certe cose le avevo rimosse, acc!).

  14. cc, mi ci vorrà un barile di birra, mi sa. Vacanze? Io sono una piccola imprenditrice, le vacanze mica posso permettermele. Noi si lavora per pagare le tasse, e pure le maestranze e pure vacche e vaccate dei politici, dicono.

  15. Mom, non mi riferisco assolutamente a te, sia ben chiaro, che non è mia intenzione nè offendere nè fare polemica

    I piccoli imprenditori in questo paese le tasse col cazzo che le pagano.Come quelli grandi e come sono in genere refrattari a pagarle anche i liberi professionisti, categoria alla quale non mi fregio di appartenere. Le pagano solo i dipendenti, ma solo perchè sono costretti perchè se potessero, pure loro nel loro piccolo…

    …e tutti ma proprio tutti inesorabilmente tengono famiglia…

    spider

  16. Spid, se generalizzi ancora un po’ non t’amo più.

    La tua affermazione è paritetica con “tutti i rom sono ladri”, “tutti gli africani sono negri”, “tutti i leghisti sono stupidi”… devo aver sbagliato qualcosa anche stavolta

  17. niet

    perchè in questo caso ci sono i dati delle dichiarazioni dei redditi

    con medie imbarazzanti

    ( e chi vota lega forse non è stupido ma ci somiglia davvero molto)

    spider

  18. quello che intendo dire è che si è definitivamente perso il patto sociale che dovrebbe reggere una società civile.

    L’Italia è affetta da familismo,da una endemica refrattarietà alle regole e da una scarsa se non nulla considerazione degli interessi collettivi
    Se un commerciante onesto è costretto a pagare molte tasse è perchè altri commercianti disonesti non le pagano, non perchè lo stato è “cattivo e ingordo”. Se gli studi di settore sono restrittivi è perchè è un po’ ridicolo che un gioielliere di Monte Napoleone dichiari come guadagno meno di quello che guadagna il suo dipendente. Forse dovrebbe passare il concetto che a pagare tutti le tasse tutti pagherebbero meno tasse

    Poi certo ci sono le eccezioni ma se le eccezioni sono poche non posso definirle incisive nella descrizione di un fenomeno

  19. Secondo me il patto sociale di cui parli in Italia non è mai (ma mai mai mai) esistito. Per il resto, stando alle mere statistiche, io avrei anche 1,5 fratelli – quello dimezzato lo cedo volontieri.

    Tuttociò per mero amor di polemica, odio pagare le tasse, ma quantomeno vorrei le pagassero tutti. Gli altri di più, però. (ecco)

  20. stando alle mere statistiche, io avrei anche 1,5 fratelli

    Eh dai mom, siamo seri e non nascondiamoci dietro gli alluci. Tutti i governi del regno hanno lamentato la scarsità del drenaggio fiscale, tutti parlano di una “seria lotta all’evasione fiscale” (poi pero’ alcuni fanno i condoni, ma questa è un’altra storia) e quantomeno tutti ci siamo sentiti dire dall’idraulico “con la fattura sono 180 senza sono 130” e tutti siamo andati al bar non vedendoci consegnare lo scontrino fiscale.

    Secondo le statistiche del Sole 24 ore (non della Pravda) gli italiani guadagnano in media 1000 euro al mese. Dovremmo avere il PIL del Gabon se fosse un dato veritiero

    Sul patto sociale dal dopoguerra agli anni 70 la situazione era, nonostante i problemi, migliore di adesso. E comunque quando anche non si fosse d’accordo, se proprio si vuol dire che un patto sociale non c’è mai stato, beh a maggior ragione bisogna far di tutto per crearlo.

    Pagare le tasse puo’ essere odioso, non voglio fare il padre pio della situazione. Pero’ pagare le tasse serve anche a finanziare servizi dei quali si gode tutti (per esempio la sanità) e con un’accorta politica dei redditi, serve anche a evitare sperequazioni sociali e relative tensioni.
    Un imprenditore, anche se florido, che vantaggi ha ad operare in un contesto degradato?. Una società che sta bene è anche piu’ propensa a consumare, quindi pagare le tasse è anche in qualche modo una forma di investimento

    spider

  21. Spid, volevo solo dirti che hai ragione. E’ dai tempi di non ricordo chi che si dice “fatta l’Italia, facciamo gli italiani”.
    Che poi alcune generazioni di politici & affini abbia variato il “facciamo” in “fate gli” o in “facciamoci gli”… è storia altrettanto abusata.

    L’alluce e il 1/2 fratello ringraziano, sempre e comunque. Ti offrirò una birra, prima o poi, che un bacio mi par azzardato.

  22. 🙂

    i miei alluci e il mio mezzo fratello, gradiranno offrirti questa benedetta birra, e scusa ma il caldo aumenta la mia propensione al trombonismo

    spider

  23. Ecco perché la sinistra sa solo farsi del male, perché dice le cose ai 4 venti… Purtroppo chi vince vince, vince Berlusconi. Non c’è una persona a sinistra coi coglioni…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...