Non propugno alcuna istanza
e sto qua a grattar la panza
ma dati i tempi ormai mutati
i cubetti lì, mi son spuntati

la politica è uno schifo
e qui mai qualcosa muta,
ma la Domenica io tifo,
s’alza la mia voce, acuta

che m’importa poi del resto
e di tutta l’altra gente?
Se io evito il capestro
non mi frega, mai più, niente

potendo, io maramaldeggio
sopra tutti gli sfigati
che se io trovo parcheggio
posson pur non esser nati

Benvenuti qui in Italia
per chi ancora, sì, lo vuole
e ancor oggi qui si ammalia,
siamo il paese ‘o sòle…

Annunci

12 risposte a “

  1. Ubi nelle tue liriche ci vedo la trasposizione mediterran-melodrammatica del furore nichilista di Mickey Avalone, il rapper che secondo l’autorevole critico nativo americano Noace Pavillon “rasenta la perfezione dei boschi di betulla scandinavi”…

    Ciao mitico!!:-))

  2. …con visioni di…

    cielo grigio…alberi nel vento… che perdono le foglie…
    il cielo sopra sassuolo, con le sue ciminiere che pompano il fumo dai forni dell’industria della ceramica (veder per credere)…
    …issamento di bambina…festival religioso…
    un sole enorme acciecante…estivo…un sole pazzo che tramonta.

  3. Non greda ghe noi non secuiamo le Sue ceste, sig. Kindred.
    Qui si razenta pericolosamende.
    Qui si ischticano i facinorosi.
    (comunista)

    L’Autorità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...