La vita è quello che rimane…

…quando ti è passato l’hangover

Annunci

23 risposte a “

  1. Giusto eleca!

    Quei perfidi abitanti d’Albione snobbano la lingua del virilissimo popolo italiano! Direttamente derivante dal latino, lingua del diritto e dell’Impero che pose il tallone del suo littorio calzare fin sull’inospitale isola!

    A sfregio dell’imperial conquista dei portatori di civiltà e diritto, ancora oggi non utilizzano termini italiani (se non nell’utilizzo di termini da femminucce, come cassapanca, villa o patio).

    Inspegabile

  2. Se per “hang over” intendi una “intossicazione da sostanze alcooliche o stupefacenti”(come lo definisce il Codice…),il confine è molto(ma molto…)labile…
    Grazie per i complimenti!
    Passa sul sito quando vuoi e…se hai contributi…filmati e non ,sono ben graditi!

    Saluti.

    Marcello De Giorgio.

  3. Per tutti: hangover è la sensazione che rimane la mattina dopo quando ti svegli e ti pare di avere avuto un tir parcheggiato sul cranio…
    La sbornia non è l’hangover, che si potrebbe forse tradurre con doposbronza, ma francamente, perfino hangover è più elegante, eh ;-p

  4. …si chiama “sbornia” in italiano???
    :-)) sounds a little pornografic actually 😉

    e poi, non importa quello che rimanga, l’importanza e che hai goduto prima del hangover 😉

  5. alura… mattuguarda dove si nasconde la filiale godereccia dell’accademia della crusca. the hangover stands for “postumi di una sbornia”.
    ditelo nella lingua che preferite, e bevete di piu’ che vi sento aciduli.

    Ubi, io comunque pensavo che stessi facendo pubblicita’ sfacciata a un gruppo, poi mi son ricordata che non frequenti il blog della Rita.

  6. Ubi, a volte sei così “quadrato” che faccio fatica a credere che sei un mio amico! Era un esempio, cazzarola! E ho detto sbornia tanto per rimanere in tema… altrimenti avrei detto “veisalgia” e non chiedermi come un’astemia conosca questo termine, pesantissimo uomo…
    😛

  7. E perché non: “l’hangover è quello che ti resta… dopo che hai passato ‘na bella botta di vita“?

    Poi la sensazione da “tir parcheggiato sul cranio” (descrizione peraltro perfetta) te la dà non solo una nottata passata a bere, ma anche una nottata passata a tromb… e in quest’ultimo caso è una gran bella sensazione!
    😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...