I Latini erano soliti affermare: "spes, ultima dea"…Con questo si riferivano al mito che raccontava come, all’apertura del vaso di Pandora che aveva riversato tutti i mali nel mondo, gli dei avessero abbandonato in massa il mondo dell’uomo, tranne Spes, la Speranza, ultima rimasta a confortare la nostra vita…
…dopo un’attenta analisi sono giunto alla conclusione che questo proverbio per me è quasi vero…dico quasi perchè, in effetti, lo modificherei in "Spes, penultima dea"…

…perchè, a quanto pare, che lo si voglia o meno, l’ultimo a sparire sarà sempre Mastella…

Annunci

38 risposte a “

  1. Seguirò il tuo saggio consiglio zio 🙂

    Stasera esco!!!

    Nel frattempo: sei la seconda persona in questi giorni che mi parla di Spes…l’altra diceva “spes contra spem”, devo ancora capire bene che cosa vuol dire

  2. Illuso… lui rimane proprio per te!
    Il tubino non ti dona, camicia e gravatta scura, si!

    La fava del cacao è un fenomeno che la natura non ha più ripetuto. Non si sono mai trovate tante qualità riunite in un solo frutto così piccolo.

  3. Temo che in codesto caso il termine “ultimo” non sia così definitivo – e che il “nostro” vaso contenga ben più dei pochi mali che Pandora liberò ai quattro venti. Pare che la biotecnologia-politica ne stia inventando di nuovi…

  4. Ma è stato bravissimo, si è subito adeguato, invece di non staccarsi dal simbolo, come sembrerebbe intenzionato a fare Casini, lui ha ben deciso di staccarsi dal simbolo ma non dalla poltrona…
    P.S. Alzi la mano chi pensa che sia una cattiva idea stare seduto in Parlamento a prendere quegli stipendi senza fare altro… se non i propri interessi.

  5. Le drag queen vanno forte, però 😛 e tu saresti mooolto sexy!
    la Chiesa s’è ciullata anche Spes, in ogni caso, trasformandola da forza laica che ti tiene in vita, in un’attitudine orrenda legata alla sfiga… (è l’ha imparentata con fede e carità, figuriamoci!)

  6. Viva l’Italia, l’Italia liberata,
    l’Italia del valzer, l’Italia del caffè.
    L’Italia derubata e colpita al cuore,
    viva l’Italia, l’Italia che non muore.
    Viva l’Italia, presa a tradimento,
    l’Italia assassinata dai giornali e dal cemento,
    l’Italia con gli occhi asciutti nella notte scura,
    viva l’Italia, l’Italia che non ha paura.
    Viva l’Italia, l’Italia che è in mezzo al mare,
    l’Italia domenticata e l’Italia da dimenticare,
    l’Italia metà giardino e metà galera,
    viva l’Italia, l’Italia tutta intera.
    Viva l’Italia, l’Italia che lavora,
    l’Italia che si dispera, l’Italia che si innamora,
    l’Italia metà dovere e metà fortuna,
    viva l’Italia, l’Italia sulla luna.
    Viva l’Italia, l’Italia del 12 dicembre,
    l’Italia con le bandiere, l’Italia nuda come sempre,
    l’Italia con gli occhi aperti nella notte triste,
    viva l’Italia, l’Italia che resiste.

    E’ sufficiente?
    Cc

  7. nooooo! per una volta che avevo mangiato un ottimissimo panino al salame! E chi lo digerisce più?!

    PS: Ubi, non si preoccupi, se non l’hanno arrestata sino ad ora, lei può sopravvivere (a piede libero) persino a Mastella.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...