Grande rivincita del capo dell’opposizione nei confronti di coloro che lo ridicolizzavano sui milioni di firme che sarebbero state raccolte dai gazebo di (ex?) Forza Italia, firme che, il buon Cavaliere, profetizzava sarebbero arrivate anche da cittadini di sinistra…a riprova di tutto ciò, dalle ultime verifiche…

…risulta che abbiano firmato anche Marx ed Engels…

Annunci

20 risposte a “

  1. altra verità inconfutabile: quando dopo mesi di lavoro intenso, dirai a te stesso “ehy finalmente un po’ di pace e di riposo, finalmente un po’ di tempo da dedicare a me stessa”… ecco proprio allora cadrai vittima di un colpo della strega fulminante :/

  2. … ha votato anche la salma di Lenin giunta da Mosca per visionare il suo prossimo mausoleo… qualcuno dice di aver addirittura visto in qualche gazebo della capitale pure Pol Pot…

  3. MINKIA, PURE AL POLO NORD

    Usa, missionari pedofili tra gli eschimesi
    I gesuiti pagheranno i danni
    dal nostro corrispondente MARIO CALABRESI

    Usa, missionari pedofili tra gli eschimesi
    I gesuiti pagheranno i danni

    Thomas Cheemuk visita la tomba del fratello, vittima dei missionari pedofili e morto suicida nel 1999
    NEW YORK – La Compagnia di Gesù pagherà 50 milioni di dollari per risarcire 110 eschimesi che subirono abusi sessuali da religiosi gesuiti quando erano bambini o adolescenti, tra il 1961 e il 1987.
    Gli scandali nella Chiesa americana continuano a rivelare nuove e inaspettate storie, cominciati nel 2002 a Boston, sembravano dover finire con il grande accordo di quest’estate tra la diocesi di Los Angeles e 508 persone che erano state molestate o stuprate negli ultimi settant’anni.

    Ma ora dall’Alaska arriva la notizia che per tre decenni in 15 minuscoli villaggi, tra i più isolati e remoti al mondo, abitati dagli Yupik, che insieme agli Inuit formano il popolo eschimese, si sono ripetute violenze e abusi da parte di una decina di preti e da tre missionari della Compagnia fondata da Ignazio di Loyola.

    Da quattro anni erano cominciate le denunce, ma prima del processo si è arrivati ad un’offerta di risarcimento che eviterà il dibattito in tribunale. Secondo l’avvocato degli eschimesi, Ken Roosa, si tratta di una cifra record per un ordine religioso, grazie all’accordo extragiudiziale ogni vittima riceverà oltre mezzo milione di dollari, in cambio nessuno dei gesuiti verrà incriminato e non è richiesta alcuna ammissione di colpevolezza.

    La Compagnia di Gesù, attraverso il padre provinciale dell’Oregon, John Whitney, responsabile per l’Alaska, ha mostrato fastidio per la pubblicità data all’accordo, ha definito l’annuncio prematuro e ha negato che i gesuiti abbiano inviato per anni “in esilio” in Alaska sacerdoti di cui conoscevano le tendenze sessuali, come invece sostengono alcune delle vittime. Lo stato nel nord-ovest del continente americano viene invece definito dai gesuiti come “una delle terre di missione più difficile” e per questo la Compagnia sostiene di inviarvi i missionari più coraggiosi e preparati.

    A St. Michael, un’isoletta lunga 15 chilometri che si trova nel Norton Sound, la baia del mare di Bering scoperta dal capitano James Cook nel 1778, il diacono Joseph Lundowski abusò di quasi tutti i bambini di Stebbins e St. Michael, i due minuscoli villaggi abitati da 150 famiglie.

    Accusato da 34 persone, che nelle testimonianze raccontano delle violenze avvenute in una minuscola chiesa, dopo il catechismo, durante i bui pomeriggi dell’inverno dell’Alaska, Lundowsky era un gigante con la testa pelata e gli occhi blu, lavorava come diacono per la diocesi anche se i gesuiti hanno negato alcun legame con il loro ordine e ufficialmente non sapevano chi fosse. Lasciò l’isola nel 1975 e ora si è scoperto che è morto una decina di anni fa a Chicago alla Pacific Garden Mission, un ricovero religioso con mensa e dormitorio. La maggior parte dei sacerdoti accusati sono ormai morti e le vittime, scelte nel tempo tra chi aveva tra i cinque e i quindici anni, oggi hanno tra i trenta e i sessant’anni.

    In questa causa, come nel caso di Los Angeles, i gesuiti pagano per un mancato controllo e per aver tenuto nascosto per anni lo scandalo, nel 2004 si erano poi aggiunte accuse di aver bruciato e distrutto documenti che dimostravano il comportamento dei religiosi. Tra i sacerdoti sotto accusa il reverendo James Poole, fondatore della radio cattolica del Nord dell’Alaska, che oggi vive in una casa di riposo. Secondo l’accusa i gesuiti sapevano fin dal 1960 che teneva “comportamenti sessuali inappropriati” ma anche quando lo richiamarono a Portland lasciarono che continuasse ad insegnare ai bambini.

    L’avvocato delle vittime, da Anchorage dove ha lo studio, racconta che nessuno aveva mai avuto il coraggio di denunciare finché non arrivò notizia dello scandalo che aveva investito la diocesi di Boston, allora a poco a poco emersero storie di disperazione, alcolismo e suicidi. “In alcuni villaggi eschimesi – sostiene Roosa – è difficile trovare un adulto che non sia stato sessualmente abusato. Ma nessuno ha ammesso che i preti problematici venivano confinati in Alaska. Ora per i nostri clienti questo accordo significa che le loro storie di abusi, sempre negate, sono finalmente riconosciute”.

    (20 novembre 2007)

  4. Buongiolno sono Te Xiang Hu Haitzen.
    Volele sapele dove filmale pel glande paltito di popoli.
    Mio cugnino Hu Cin Tao Lin che allivato con nave di gambeletti e vive in semintellato di Paolo Salpi ha filmato e dile di filmale anche me.
    Dove deve andale?

  5. Amico anonimo…chissà perchè questa notizia non mi stupisce…la prossima pubblicità televisiva della CEI dovrà dire: dona l’otto per mille per coprirele spese delle causeper molestie sessuali dei missionari in tutto il mondo!

  6. Amico Te ecc…tu chiedel a tuoi concittadini che fale ploglammi Mediaset…tutti autoli Mediaset essele in lealtà Cinesi…che costa meno. Oppule essele gambeletti…ancola dovele capile…

  7. Io il partito del popolo non lo voto! Popolo a chi? Ma il popolo non eravate voi? Ma come si permette?

    Però non ho capito una cosa: domenica mattina erano 5 milioni, alle ore 13 eran 7 milioni: nella mia zona i banchetti non erano davanti alle chiese. Significa che le firme son davvero del popolo dei senza Dio?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...