Partito Democratico, sì, certo…

…la mia paura però è che stia tornando clericale…

Annunci

30 risposte a “

  1. caro Ubi un po’ di perplessità forse ? 😉
    …donne uomini, cittadini! militanti di partito Il Partito Democratico deve nascere attraverso la partecipazione attiva di tanti e di tutti…

    …ma fai che alla fine mi ritrovo iscritto all’UDEUR e alle manifestazioni contro ho su il cartello con scritto “sostiene Mastella” :-)))

  2. dai Ubi il genere punk è nato per lasciare quantomeno perplessi …poi tieni conto che te suoni rock progressive …anzi no scusa progressist quindi non sei obiettivo verso il punk 🙂 scherzo eh… bisogna ammettere che suonano meglio delle bambole di pezza che al confronto sono delle chirichette 😉

    PS. ma in stò PD senza la S finale, Mastella dov’è che viene collocato, all’opposizione spero 😀

  3. Disfattisti!
    Non siete mai contenti.
    Non è clericale, tiene in debito conto le istanze di Santa Madre e di altre Compagini Sociali necessarie all’armonico sviluppo del Paese nell’ottica di un costante dialogo finalizzato alla programmazione delle improcrastinabili riforme che conducano la Nazione a quei livelli di sviluppo fin ora solo intravisti i quali sono inconciliabili con istanze radicali, evidentemente mirate a sovvertire l’ordine dello Stato, all’unico scopo di avvolgere tra le spire del disordine la società e di disgregarne l’ordine nel profondo.
    Cc

  4. A suo tempo, superate le emergenze, consolidati i conti, avviate le politiche di sviluppo, riformato le penisoni e tutelato il paesaggio, si potra senz’altro pensare di considerare l’idea di ipotizzare alcune riforme sociali che dovrebbero condurre all’armonico inserimento di alcune istanze nell’ambito di un rinnovato patto tra le espressioni del profondo sentire di alcune frange della popolazione e la rinnovata società nella sua interezza.
    Si tratta solamente di avere la giusta dose di pazienza.
    Cc

  5. Avrebbe un qualche senso se i partiti e le correnti al loro interno stessero riducendosi.
    Per quanto ci riguarda è un’ulteriore perdita di tinta di colori che sono già sbiaditi, logori, vecchi.

  6. Durante la pausa caffè, Dio si trova tranquillamente nel suo ufficio e
    decide di dare un’occhiata al mondo col monitor a circuito chiuso.
    Sul primo canale vede un uomo in un campo cotto dal sole con un
    piccone che sta dissodando il terreno sudando come una fontana e
    facendosi un mazzo tanto. Dio, preoccupato, chiama San Pietro gli
    indica il monitor e domanda con aria preoccupata:” Che cosa è questo?
    Perchè quel’uomo fa così?”
    San Pietro risponde:”Signore, sei stato tu a suo tempo a dire che
    l’uomo dovrà lavorare col sudore della propria fronte!”
    Dio risponde: “Ma io stavo scherzando! Ero arrabbiato per il fatto
    della mela, ero fuori di me ma
    non pensavo certo ad una cosa del genere… io scherzavo!”
    “A quanto pare non l’hanno capito, Signore.” dice San Pietro.
    Allora Dio cambia canale e vede una donna che sta partorendo tra urla
    di dolore, grida e lacrime.
    “E’ questo che è?” esclama Dio spaventato “perchè questa donna sta
    soffrendo in questa maniera?”
    San Pietro risponde:”Signore, sei stato tu a suo tempo a dire che la
    donna partorirà con dolore!”
    Dio risponde:”Ma come si fa a non capire che era uno scherzo? Certo
    ero arrabbiato ma non credevo che mi avessero preso alla lettera! E poi
    sono andati oltre, tutto quel sangue…! Ma io scherzavo!”
    Infine cambia canale, ma stavolta non vede sangue né sudore, niente
    pianti né fatica… solo una grossa tavola imbandita di cibo e i
    commensali sono vescovi, cardinali e altri prelati della Santa sede,
    tutti grassi e sorridenti, pieni di anelli e catene d’oro, vestiti di
    seta e pizzo che bevono e mangiano a volontà.
    Al che Dio guarda San Pietro negli occhi dicendo: “E questi? Si può
    sapere perchè questi fanno così?”
    San Pietro guarda Dio, tira un sospiro e dice:”Questi hanno capito che
    stavi scherzando!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...