– "O Socrate, mio riverito maestro, luce dei mortali in un mondo in balìa dell’irrazionale capriccio degli Dei! Qualcosa non mi è per nulla chiaro di quanto avviene nel mondo mortale, nonostante noi si sia ormai da tempo nel…."
– "Platone, mio allievo vagamente lecchino, se stai per rompermi per l’ennesima volta gli opliti con quella storia ridicola del tuo ancor più ridicolo Mondo Delle Idee, giuro che stavolta la cicuta la faccio bere a te!"
– "…Ehm! Errr! Mio fumantino maestro, certe volte non capisco davvero perchè devi trattare così il tuo migliore allievo!"
– "Platone, quella volta volta che ho dichiarato che tu eri il mio migliore allievo, deve essere stato il giorno in cui Santippe, per dispetto, nel cratere, al posto del vino mi ci aveva messo la risciacquatura delle vecchie toghe di Diogene, che erano così tremende che se avessimo usato quelle al posto dell’esercito ateniese, i Persiani non sarebbero mai più stati un pericolo per nessuno!"
– "Mio riverito maestro, secondo me il tuo giudizio è invero ingeneroso!"
– "Ingeneroso? Ringrazia che non dico niente su quell’altra tua genialata della Repubblica Dei Filosofi…bando alle ciance, cosa vuoi, allievo degenere?
– "Ecco, riguardo a quella cosa che i mortali chiamano PACS…la Chiesa Cattolica sostiene che non ci sia alcuna legge che la repubblica deve licenziare, dato che, le leggi dello Stato sono già sufficienti fin d’ora a garantire i diritti dei cittadini e la morale pubblica…"
– "E allora, cosa fa aggrottare in modo così evidente lo spazio tra le tue sopracciglia e l’attaccatura dei tuoi capelli, che zeus ha certamente creato per dimostrare che era in grado di generare nel mondo degli uomini anche qualcosa che non servisse assolutamente a nulla?"
– "Ma…maestro, come si può affermare che le leggi sono sufficienti a regolare qualcosa per cui non esistono le leggi? Questo mi sembra uno di quei cavolo di indovinelli che Zenone declamava nell’agorà, fino a che Aristidippo, per dimostrare che non vi erano infiniti punti tra il suo bastone e la sua fronte, non gliel’ha spaccato in testa!"
– "Aaaah, Platone, mio allievo soprannumerario, ho sempre detto io che mancavi di sottigliezza…ecco, vedrò di fartelo capire: io sarò un rappresentante della polis e tu sarai un convivente che viene a richiedere un suo diritto, avanti, chiedi!"
– "O sacro rappresentante della polis, giungo a impetrare a te, giustizia: il mio convivente è morto nella guerra contro gli Spartiati, posso adunque io avere la pensione di guerra che la polis garantisce ai congiunti?"
– "No!"
– "…."
– "Hai visto, o sprovveduto allievo? Nessun problema per la polis, nè per la morale pubblica…"
– "Ehm, maestro, sento che qualcosa mi sfugge…"
– "Platone, conoscendoti, questa non sarà certamente la prima volta, passami la retsina e non pensarci più!" 

Annunci

44 risposte a “

  1. Platore era un eretico, e Socrate un nemico del popolo e della pubblica morale.
    Essi furono puniti per mano diddio dalla giustizia umana e per mano diddio dalla morte naturale (almeno credo).Comunque. Diffondere siffatte perigliose idee fa di te un sovversivo trinariciuto nemico della morale e della Repubblica fondata su essa morale.
    Noi si propende per i soliti ferris candentis, anche se, essendo inverno e avendo disponibilità di un corso d’acqua, la clemenza ci impone di proporre anche le più banali e meno divertenti, e tuttavia non meno soddisfacenti, aquae frigidae.
    Cc

  2. Amico Carcarlo, in realtà Platone è annoverato assieme al buon Aristotele tra i famigerati ipsi dixunt (?), per cui, niente eretico. Al massimo un po’ artistico…
    Pensavo piuttosto ad una coscinomanzia, meno cruenta e di ispirazione ateniese, visto il soggetto…

  3. carcarlo vengo lì e ti tagliuzzo la cravatta di hermès!
    non si offendeno i blind guardian,ubi,sennò dico a tutti che sabato avevi i capelli a banana!
    pista

  4. Noi si propende per i soliti ferris candentis, anche se, essendo inverno e avendo disponibilità di un corso d’acqua, la clemenza ci impone di proporre anche le più banali e meno divertenti, e tuttavia non meno soddisfacenti, aquae frigidae.
    boh, l’ha detto carcarlo, mi piace come suona (pur senza calze blu, ma a righe verde marcio-cremisi-viola-nero)

  5. Non so, la coscinomanzia mi lascia perplesso. E’ utile alla scoperta dei colpevoli, si, ma non è sanzionatoria, gli è che il suo svolgimento non punisce. Al contrario, certi metodi, oltre a stabilire la colpevolezza o l’innocenza dell’imputato, lo puniscono all’istante, nel momento in cui è colpevole. E’ più economico e si risparmia tempo, chè altrimenti poi ci si lamenta delle lungaggini della giustizia.
    Cc

  6. CITROSODINA NATURALE per dimenticare il mal di mare viscerale che questo mondo mi da.. respirazione artificiale per resuscitare un vecchio buon umore fai il favore non giudicarmi perchè… è sempre più difficile mandare avanti questo show
    sergio caputo ringrazia
    mess#29

  7. Ebbene si.
    Più per le francesi che per le ordalie longobarde, ti dirò.
    Infatti, che fatto?
    Giusto, impegnamoci in qualcosa! Io , da oggi, non comprerò più diamanti. Ecco.
    Cc

  8. Amico Carcarlo, onde agire in termini sì, equi, ma rapidi (dato che rapidità E’ giustizia, come ci insegnano), suggerirei direttamente di gettare tutti nel Naviglio, chè il Signore separerà lui, nella sua infinita saggezza il grano dal loglio….le Crociate saranno pure servite a qualcosa, dico io!

  9. Va bene, gettatevi pure nel naviglio,non prima di aver sacrificato il vostro vile denaro in alcuni negozi che avrò cura di indicarvi, per acquisire doni da largire all’Altissimo, sicchè vi assista.
    A consegnarli, ovviamente, ci penserò io.
    Mi provvederò di balcone in comoda posizione per assistere all’ecatombe.
    Cc

  10. Amica Miriam, amico Carcarlo, quel che fatto è fatto…
    Ma poi si chiameranno di fatto eprchè nonsotante la dottrina girusprudenziale denomini le azioni umane atto per ditinguerle dagli accadimenti indipendenti da azioni umane, il codice denomina entrambe le fattispecie fatto…sarà per quello, no? No? Ok, no (maledetto esame di diritto privato!)…

  11. beh, guarda, quello anche io, non ricomprendevo i concessionari, tra i negozi.
    Anche perchè poi io ho la Uaz a disposizione, che me ne faccio della Porshe?
    Cc

  12. eh, vuoi mettere?La Uaz si mette in moto con – 40, si arrampica pure sui muri, è a gas (quindi non inquina), ed è pure convertibile, chè d’estate si può togliere la copertura.
    Cc

  13. Ma è sembrato a me, o appena si è tentato di parlare di questo “allargamento del concetto di famiglia” l’astuto Silvio si è subito adoperato – si sta adoperando – per mostrare agli italiani il concetto di famiglia, la sua famiglia (quindi quella giusta e perfetta)?
    Prima il festone mondano per il compleanno della mammina, poi ieri la pantomima della lite di gelosia con Veronica, risolta felicemente nell’amore…

    Ma non erano in voga le stragi in famiglia ultimamente?

  14. Ci hanno posto un quesito su milano eprovincia :
    “Ciao a tutti!
    Penso che questo sia il post migliore in cui farvi questa domanda…
    …con la quale spero di non disturbare…
    Dovrei trasferirmi da Toulouse a Milano in questi giorni per andare a lavorare in zona Milanofiori.
    Mi consigliavano di prendere casa a Binasco per avere un affitto non troppo elevato…
    Ma in questo modo devo prendere l’autostrada Genova-Milano!
    Non è troppo incasinata a orari lavorativi? E conoscete invece la zona di Buccinasco?
    Aidez moi si vous plait!
    Merci :-)”

    Potresti rispondere anche tu per favore?

  15. “Letto questo, si esigono pubbliche scuse.”

    me lo ha lasciato tal marcello r. nella cassetta delle lettere,
    pregandomi di consegnarglielo

    e poi fa anche tanto moda, ultimamente

  16. A parer mio, i pacs non possono che valorizzare il matrimonio. Il matrimonio è, cioè era, una cosa seria, un unione vincolante ed inscindibile(ho un opinione molto alta del matrimonio, sono un ben pensante risorto mhuahhahahaha). Poi c’è stato il divorzio, una grande conquista, mariti che picchiano le mogli, mogli che picchiano i mariti, figli che picchiano i genitori, c’è un limite a tutto. Peccato che l’altra faccia della medaglia sia la svalutazione del matrimonio. Quante coppie divorziano perchè il coniuge si è dimenticato di calare la pasta? Ripeto: il matrimonio è una cosa seria, ci vuole impegno, non esistono rapporti di coppia facili e leggeri, i problemi si affrontano, non si dovrebbe scappare alla prima difficoltà, cazzo. I pacs aiutano la coppia a collaudarsi, è più facile scappare, certo, ma proprio per questo il matrimonio viene salvaguardato. Solo le coppie che vogliono impegnarsi veramente si imbarcherebbero nella supercongiunzione. E’ così che il matrimonio riacquista il suo valore perso nella frivolezza. Ci saranno meno matrimoni, ma saranno matrimoni importanti! Scusate il mio italiano da 3a elementare, sono dislessico.

  17. Concordo in linea generale, il dettaglio si può discutere. Tuttavia non posso fare a meno di preoccuparmi alla prospettiva di una diminuzione dei divorzi.
    Cc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...