Per la serie: Le Grandi Invenzioni Ubikue…

…dato il grande successo di due diversi generi televisivi, ovvero le vite dei Papi ed i reality show, ecco la mia nuova grande proposta per una trasmissione che non avrà rivali, unendo i due generi in un solo grandissimo format:

Il Papa Ed Il Secchione!

scopo del programma: fare in modo che alla fine entrambi abbiano imparato qualcosa da questa esperienza uscendone arricchiti:

– Il secchione insegnerà al Papa come fare discorsi senza provocare una nuova guerra di religione.
– Il Papa insegnerà al secchione che non ha esperienza con le donne a consolarsi sui chierichetti, come nella migliore tradizione curiale e ad abbinare scarpe ridicole con copricapi a dir poco allucinanti…

…e ora corro a depositare l’idea prima che me la rubino…

Annunci

68 risposte a “

  1. mwahahahahahha
    ma lei la barzelletta della messa in latino la sa già?

    (tornando alla porta…beh popo di tanta testa che gli habemus fatto..ero ancora ai papi pardon…è che non ci piacciono le novita tipo la messa in latino…argh di nuovo i papi)

  2. Ma cos’ì viene una sola coppia, non va bene. Devono essere un tot perché ci sia la sfida. Piuttosto: versione cattolica: più vescovi con più secchioni, e chi vince diventa papa (e il secchione diventa il portavoce)
    versione guerra religiosa psicologica: non solo il papa ma anche il pope, il rabbino capo, il muezzin, il bramino etc & il secchione. Chi vince, converte gli altri. Il secchione è il suo profeta.

  3. AMEN Fratello per:

    1. il post di oggi (ma che vendevano la blasfemia un tot al chilo al mercato sti giorni? Andiamo per caso allo stesso mercato?)

    2. le mie mutande. Anche loro rimarranno illibate.

    3. il template nuovo checccipiaceuncasino!!!!!!!

    smommosamente

  4. Grazie per la conferma, ma come fai a saperlo? Ti è successo????
    :-///
    Mdò ti prego… il papa no… non posso dire chi mi sembra quando lo vedo in TV, ma mi fa un effetto che un papa non dovrebbe fare, ecco…
    Per non parlare di Eminenz…
    🙂

  5. Perchè non uniamo anche un simpatico imam con il loro tipico senso dell’autoironia???
    sono certa che in nome della libertà si puo prendere in giro il papa come chiunque altro!!!!!

  6. Amica anonima. Ne sono certo anch’io…non fosse per i roghi di ci ha provato in passato.
    Scherzi a parte, mi pare di cogliere una malcelata ironia nelle tue affermazioni…facciamo così…quando vivrò in un Paese il cui parlamento si prostra di fronte ad un capo religioso islamico ed in cui ci saranno la Parole Del Profeta appese nelle classi della scuola pubblica, prometto che farò lo stesso con un imam di tua scelta…

  7. se continua cosi forse non dovrai neanche traslocare ne aspettare troppo!!Attento però perche dopo la differenza potrebbe farti venire la nostalgia

  8. Beh… dai hanno abolito il limbo… e ora… non ci saranno più battesimi… e fra qualche anno si lamenteranno che non ci sono più battesimi e poi ci sarà un nuovo (speriamo) papa che penserá di ricreare il limbo…
    Ma ci pensi? Tutti sti bimbi che appena hanno sentito la novità hanno preparato i loro fagottini e in fila per due sono andati in paradiso (perché non credo possano scegliere…) e poi fra qualche anno dovranno rifare i fagottini, staccare le foto e i poster dai muri e ritornare…
    Poracci!
    E dopo aver scritto cotale post “intelligente” ritorno al lavoro, va…

  9. Oh a me quando ero al collegio un prete mentre mi spiegava l’educazione sessuale sul corridoio (il pene è tipo una spugna – intendeva che beve come una spugna?) mi ricordo che mi si voleva baciare.

    No poi è morto…eh PECCATO!

    P.S.
    Dov’è che si accende la luce di sto blog Cristo?

  10. non capisco perchè ci sia tanta foga a difendere il libero pensiero oggettivo dalle pericolose incursioni del nostro papa e non ci sia altrettanta foga nel condannare una religione o meglio una applicazione di essa che soffoca le coscienze e propone ancora lapidazioni e occhio per occhio…se libero pensiero deve essere che sia non vedo perche devo rispettare una “cultura” che non rispetta niente tanto meno la vita!

  11. Ma che ne so cosa volevano fare!! Io mi sono data una spiegazione: qualcuno ha lanciato ‘sta fetta di pollo dal balcone per sfamare i micetti del cortile. E’ l’unica cosa “normale” che mi è venuta in mente:-) Poi non so!

  12. viene il giorno in cui parlare diventa neccessario e tacere è una colpa!
    Se vedessi con che disprezzo negli occhi i tuoi cugini islamici guardano il mio ed il tuo modo di vivere saresti meno cieco
    se amo la mia vita e il mio modo di viverla sono intollerante? allora sono Intollerante! sono una donna e il loro modo di pensare alle donne mi fa PAURA detesto il femminismo ma loro mi spaventano mi fa paura sentire le loro donne affermare che non hanno opinioni perche maometto pensa per loro a me hanno dato il libero arbitrio e lo esercito loro vivono il nostro passato remoto

  13. In primis non solo di libero pensiero o parola si tratta, ma anche della libertà che dovrebbe essere intangibile in uno Stato laico e liberale, di poter disporre della propria, di vita, come persone adulte e responsabili (mi riferisco all’eutanasia, ad esempio, come a quello scempio della legge sulla fecondazione assistita).
    E, soprattutto, cosa assai importante, mentre in Italia chiunque è pronto a levare gli scudi contro gli Islamici cattivi ed assassini, nessuno si sogna di fiatare quando un Cardinal Ruini (integralista nè più nè meno di un Fratello Islamico) si sveglia e comincia a dettar leggi e politica allo Stato italiano. Dato che io sono Italiano, quindi, mi sento assai più minacciato dal Ruini suddetto, che da qualunque Islamico. Il che non significa certo assolvere le bestie che commettono indegnità quali l’uccisione di ragazze libere nel loro pensiero oggettivo o l’infibulazione. Semplicemente, dato che io ho devo oggettivamente subire la dominazione “morale” di 2000 anni di Cattolicesimo (per gran parte della sua storia assolutamente indistinguibile dal più feroce integralismo islamico), tendo a concentrarmi su chi ha un effetto diretto e continuamente percepibile sulle mie scelte di libero essere umano, che purtroppo, grazie ai vari Ruini di questo mondo, libero non è…

  14. Amica anonima (per comodità concettuale ti chiamerò Oriana, se per te va bene), il punto fondamentale non è che chi si permette di attaccare la Chiesa Cattolica, assolva in alcun modo ogni altro tipo di integralismo.
    Il punto è che non ci sono solo ed esclusivamente due posizioni in campo. Attaccare (idealmente) una religione non significa affatto sotenerne un’altra.
    Dal mio personale punto di vista (sono agnostico e laicista) qualunque religione è sbagliata e pericolosa.
    Questo perchè chi crede di avere in tasca la Verità Divina, difficilmente ascolta qualunque tipo di critica.
    Ma permettimi di sperare e di lottare con tutte le mie forze per un mondo in cui la religione possa non essere più una forza che si incunea nelle nostre vite sottraendoci libertà e possibilità di scelta.
    Ti fa paura la posizione degli Islamici (sia chiaro, di una parte degli Islamici)? Ne hai ben donde e io non ti critico per questo. Mi pare legittimo. Soprattutto in quanto donna.
    Ma se permetti, oggi in Italia, quella che ha peso sulle tue scelte di donna (come di uomo) è la Chiesa Cattolica. che ti impedisce di avere figli come vuoi, che ti impedisce di fare educazione sessuale nelle scuole e di prevenire evitabili morti per AIDS, che ti impedisce di morire con dignità.
    Nessuno Imam ha un’influenza su di me e su di te pari anche solo all’ultimo prete dell’ultimo sperduto paesello di campagna.
    Questo è.
    E se ti fa paura la ragazzina che dice che Maometto pensa per lei, perchè non ti fa altrettanta paura la ragazzina che sostiene che Geova pensa per lei, ad esempio?
    Secondo me dovrebbe fartene.

  15. ma come puoi dire che Ruini è integralista quanto loro renditi conto di cosa stai dicendo prima che sia troppo tardi
    una cosa è dare delle linee morali che poi lo stato puo seguire o no e una cosa è mettere a morte chi vuol cambiare religione non possiamo pensare loro sono lontani non mi nuociono il mondo è troppo piccolo per questa visione

  16. Lo dico perchè la definizione di integralismo è esattamente questa: ritenere che la legge religiosa debba essere la base della legge dello Stato. Questo è l’integralismo. Non altro.
    E quindi Ruini, che quotidiamente ingerisce o cerca di farlo nella morale e nella legislazione pubblica E’ un integralista esattamente nello stesso modo di un qualunque integralista islamico (o di qualunque altra religione, quanto a questo).
    La mia visione mi fa preoccupare di qualunque integralismo.
    Ma di certo, mi preoccupo di più di quello più vicino.
    Questo vuol dire che NON abdicare ai principi di laicità dello Stato è una difesa sia contro la Chiesa Cattolica, che contro qualunque altro estremismo religioso.
    Ma soprattutto che essere sotto il gioco della chiesa non è bello comunque.
    Nonostante l’evoluzione di un minimo di coscienza laica nello Stato italiano, oggi, gli impedisca di fare il brutto ed il cattivo tempo come faceva in passato (ma da cui a definirci laici, ce ne corre), cosa che, altrimenti, farebbe tranquillamente.
    Non dimentichiamoci una serie di cose:
    – il dogma dell’Infallibilità Papale in materia temporale è decaduto solo nell’utlimo secolo e mezzo e sopravvive quello in materia spirituale
    – La scomunica per chi votava PCI, è ancora valida tutt’oggi.

    Questo per chi si limiterebbe ad “indicare delle linee guida morali”…

  17. forse sono di coccio ma ritengo differente la chiesa che ha un influenza culturale da una chiesa che FA le leggi oggi non è il papa che decide della mia morte dei miei figli in provetta e così via lui dice quello che deve è l’OPINIONE della chesa non la legge di DIO l’italia è uno stato laico fatto di persone cattoliche le vogliamo bruciare in nome del progresso della scienza?
    il papa non ha detto che i malati di AIDS se la tengono e se la meritano, ma non può dire altro il sesso per lui è solo nel sacramento del matrimonio! non si sogna di legiferare o di lapidare gli adulteri!
    Io posso uscire e scoparmi chi mi pare ma non posso chedere al papa di essere daccordo! In Italia puoi scegliere se seguirlo no e il nostro parlamento per fogna che sia l’abbiamo eletto a maggioranza se pur risicata e quando fa le leggi non chede al papa ma deve tener conto della cultura cattolica dei suoi elettori sono i fondamenti della democrazia mi pare

  18. Beh, neanche diversi Paesi Islamici sono una teocrazia quanto a questo (anche se lo Stato Vaticano lo è, al pari dell’Arabia Saudita o del Nepal).
    Quindi la Chiesa non è responsabile del fatto, ad esempio, che oggi in Africa vi siano molte più morti per AIDS di quante potrebbero essere visto la fortissima pressione dei missionari e della Chiesa stessa (che non dimentichiamolo in molti Paesi africani ha un fortissimo potere di rpessione economica)?
    O non è responsabile del fatto che oggi io debba andare all’estero per poter usufruire di tecniche di fecondazione che sono a disposizione di chiunque al di fuori dell’Italia? O non è responsabile del fatto che ancora oggi l’aborto debba essere doloroso e traumatico per tutte le donne che decidono di abortire, perchè in italia non passa la possibilità di utilizzo della pillola abortiva? O non è responsabile del fatto che i malati terminali debbano morire tra atroci tormenti perchè in italia la legge non prevede l’eutanasia?
    Certo che la Chiesa non FA le leggi in prima persona, ma attraverso gruppi di pressione parlamentari (da Don Sturzo in poi) fa in modo che i suoi “cosiddetti” rappresentanti seguano le linee da essa indicate.
    Il punto è: se tu Chiesa hai il magistero spirituale e morale sui Cattolici, la cosa mi sta benissimo.
    Che i Cattolici seguano dunque i tuoi indirizzi morali.
    Ma perchè, io, che Cattolico NON sono, devo essere costretto nelle mie scelte individuali dalla morale cattolica?
    Si sa benissimo che nel momento in cui la CEI indice una conferenza stampa per dire, per bocca di Ruini: la pillola abortiva è INACCETTABILE (e, nota bene, non aggiunge “per i Cattolici”), di fatto non sta facendo altro che dettare delle linee guida politiche ai suoi rappresentanti politici.
    La differenza sta nel fatto che io, laico, non mi sognerei mai PER LEGGE, di dire a te Cattolico cosa dovresti pensare. Tu, Cattolico, invece lo fai.
    E la democrazia, come scritto da qualcuno che ne sapeva, NON E’ la dittatura della maggioranza, bensì la difesa dei diritti della minoranza.
    Che poi, che la maggiornaza degli italiani sia cattolica, sarebbe assai discutibile, dato che per la dottrina della Chiesa, un credente non praticante, de facto NON è Cattolico (ma ovviamente si guarda bene dal sottolinearlo)….

  19. l’idea mi sembra geniale…
    Per rimanere (più o meno) in tema, se non sbaglio, il direttore di italia 1 ha dichiarato che si farà la seconda edizione de “la pupa ed il secchione”: la dobbiamo prendere come una promessa o come una minaccia?

  20. mi dispiace ubi ma no per me non è responsabile la chiesa!
    darle queste colpe puo essere facile ma non è giusto, le leggi le fanno gli uomini che noi eleggiamo, le leggi sono l’esperessione della nostra volontà anche se a volte e difficile crederlo!che la democrazia poi non sia la dittatura della maggioranza sarebbe bello quasi quanto un mondo comunista ma la realtà ci chiama non possiamo fingere di non sentire! le tematiche comunque mi pare si siano un po confuse, meglio o peggio non è il problema hai ragione nel dire che un integralista di qualunque religione è sempre un pericolo ma i toni delle due fazioni dicono già molto sulle abitudni di prevaricazione degli uni e degli altri

  21. ah ubi non Oriana purtroppo come sai la Sig.ra Fallaci si è spenta di recente ( vi prego di vol essere originali e non insultare la memoria di una donna che è stata molto più che la porta voce della rabbia e l’orgoglio di molti, ed era in prims una donna libera) io sono mess#29 ti ricordi di me?

  22. bhe comunque grazie non capita spesso di poter fare una discussione vivacemente seria mi pace il tuo forum o blog o quello che è peccato che non ci capisco un cavolo se no mi iscrivevo e ci mettevo anche la mia foto GRAZIE ANCORA A PRESTO TRA IL SACRO E IL FACETO BACI BACI

  23. Darle queste colpe non è solo facile. Semplicemente non è possibile fare il contrario. Con questo non assolvo certo i politici dalle loro responsabilità, sia chiaro, ma nessun politico si sognerebbe di fare (o non fare) certe leggi, se non ci fosse la pressione pubblica della Chiesa. Alla fine i politici seguono solo un semplice calcolo elettorale.
    Quanto all’utopia che secondo te invoco, da tempo è considerato nelle democrazie che l’essenza stessa della democrazia liberale consista nel ritenere un nucleo di diritti civili (diritti della persona) INTANGIBILI ed INCOMPRIMIBILI da chiunque, Stato compreso.
    Non dimentichiamo che anche il Nazismo ha vinto le elezioni. Non per questo la “legittimazione democratica! ha reso l’esperienza nazista migliore di quello che è stata…
    Io non ritengo affatto che si tratti di un’impossibilità reale quella di vivere in uno stato laico e liberale (di certo non altrettanto utopica dell’ideale comunista, che, peraltro, sarebbe discutibile assai come utopia), del resto, gli olandesi, gli Svedesi, perfino i Francesi, epr dirne una, cosa sono? Alieni?
    E se loro riescono a vivere in uno Stato laico (anche se non perfetto), perchè noi non dobbiamo riuscirci, se non per la storica influenza della Chiesa Cattolica sullo Stato italiano?

  24. Amica messaggio #29, certo che mi ricordo di te…
    Quanto alla Fallaci, diciamo che, per rispetto ai defunti non dirò nulla, ma certo non l’ho amata ina alcun modo. Anzi.
    Certo, la discussione sensata è sempre un piacere anche per me 🙂

  25. il fatto forse è che l’elettorato francese olandese etc..è diverso da quello italiano sei certo che gli italiani in referendum voterebbero per il progresso e per la libertà? e questo secondo te è per colpa della chesa? secondo me no il nostro è un paese indolente non ha voglia di progredire! a noi ci tireranno per i capelli… o nel futuro o nel passato dipende a chi vogliamo tendere una mano

  26. Che ideona! Ubi, sei un genio, solo che il problema è che le eliminatorie non ci saranno, ma potresti fare il Papa, l’antipapa e il secchione, come ai tempi della bella Avignone (vedi la rima). Con due coppie un mesetto di programma lo tiri su.

  27. Acciderbolina Ubi, non so come ho fatto ieri a perdermi questo tuo post. (Sarà che il tuo blog mi appare nero come la pece di notte 🙂 ).
    Semmai ti interessasse, concordo con la tua visione al 100%. Aggiungo inoltre che la presenza del Papa ha rovinato, nei secoli passati, anche la città stessa di Roma, consegnandoci una città indolente, superstiziosa, depredata e senza cultura. E’ anche questa la ragione che ci rende tanto diversi dalle altre capitali europee.

  28. frastello non so più quante volte ti avrò detto amen in questi due giorni.
    sono ovviamente d’accordo, quello che mi ha colpito è la riflessione ripsetto alla moblitazione contro il burka delle donne cosiddette ‘libere’, senza essersi accorte che ognuno c’ha il suo di burka. tutto qua.

    bacetti smommosi per te!

  29. Caro Ubi, non so a cosa imputare cotal visione, ma ho messo il contrasto al 100% ed adesso leggo…peccato che non distinguo più il bianco delle pareti 😦
    I bastoncelli sono emigrati ed i coni in saturazione.

  30. gasp ma come mai siete così ferocemente incazzati con la Chiesa ci sarà di peggio in italia?????
    io abito in una citta che potrebbe essere una miniera d’oro per il turismo tanto è bella ma tutti i posti migliori sono della marina o del porto con i container… non so ma io detesto più le promesse elettorali che quelle papali!
    mess#29

  31. Amica messaggio #29, no, secondo me non cè nulla di peggio, in Italia. Anche e soprattutto perchè se l’Italia è quello che è (mentalità e promesse da marinaio comprese, da parte dei politici), la colpa è in grandissima parte della Chiesa e della cultura cattoliche.

  32. Da un utente anonimo all’utente anonimo nostalgico della Fallaci: forse cara mia – dico “cara mia” perché sono sicuro che sei una donna – dimentichi che lo stile di vita occidentale, l’unità d’Italia, la libertà sessuale e della donna, sono tutte conquiste della cultura laica contro la chiesa cattolica. Forse è il caso che tu (ri)legga i libri di storia del liceo. Così scoprirai: 1) che dopo l’unità d’Italia il papa ci ha scomunicati tutti; 2) che il papa e la chiesa hanno combattuto, nell’ordine, contro il divorzio, contro l’aborto, contro la convivenza more uxorio, contro i rapporti sessuali protetti, contro – per farla breve – tutti quei diritti che tu ora sei pronta a difendere dai presunti feroci attacchi della cultura islamica.
    Non sarebbe il caso di difenderli, innanzitutto, dal nemico che abbiamo in casa (in accampamenti militari situati più o meno in ogni quartiere delle nostre città – li riconosci subito: solitamente hanno una croce per vessillo ed un tenente di guardia con un abito tutto scuro).

  33. Quando ero giovane fuori la scuola ci venivano consegnati degli opuscoli informativi con i queli Lupo Alberto (che tristezza!) mi insegnava ad utilizzare il preservativo.
    In chiesa invece i catechisti ci parlavano di astensione o di sesso a scopo procreativo (a 14 anni!!!).
    …ho avuto le idee confuse fin quando ho messo incinta una prostituta albanese malata di AIDS 🙂

  34. L’ utente anonimo è veramente sconvolto dall’odio per i preti e per la chiesa avrà le sue ragioni ma lo trovo esagerato.
    si sono certamente una donna anche se non capisco perchè tu ne sei così sicuro da volerlo sottolineare…non odierai anche noi spero! La nostalgia per la Sig.ra Fallaci poi mi viene perchè ho amato Angelo e la sua voglia di trovare la formula matematica della vita mi sono sentita spaventata come penolope difronte alla vita da adulta Ho sofferto con alecos la solitudine di chi non fa parte di un gregge ma forse tu amico carico d’odio conosci solo quello che ti vogliono far conoscere di Lei e forse questo vale anche per la chiesa che non è solo male…
    mess#29

  35. L’altro amico anonimo non mi pare affatto sconvolto dall’odio. Ha semplicemente espresso una realtà di fatto. Questa è la storia e, ancora peggio, è la nostra storia.
    Aggiungo che anche Lupo Alberto che spiegava almeno quel minimo di educazione sessuale è stato cassato proprio su ennesima pressione della Chiesa cattolica.
    Quanto alla Fallaci, la Fallaci pre-tumore e pre ritiro in USA e abbraccio soffocante con i TeoCon era decisamente un’altra persona.
    Questa “nuova” Fallaci ritengo che se la vecchia l’avesse incontrata l’avrebbe probabilmente insultata.
    Questione di punti di vista.
    Ma non potrò mai perdonarle gli articoli in difesa della sacralità dell’embrione pubblicati sul Corriere, con il fantastico risultato che un mio conoscente oggi ha una figlia solo perchè l’ha avuta UN MESE prima che passasse l’abominio della legge sulla fecondazione assistita. E oggi non potrebbe più averla. A meno di andare all’estero a pagamento, naturalmente. Alla faccia della sacralità della vita.

  36. Credo che se l’educazione sessuale la insegnassero i preti, ne sapremo tutti un po’ di più 🙂 (che cattivo!!)
    Comunque mia nonna da 15 anni porta il velo nero sulla testa a lutto e nessuno le ha mai detto nulla, ma quando i bigotti vedono una con lo chador, giù con le critiche…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...